Building automation: la termoregolazione nell’evoluzione della domotica

Definizione di Comfort:

“Comfort o Benessere termico è definito come la condizione mentale di soddisfazione termica nei confronti del microclima, definito come il complesso dei parametri climatici degli ambienti confinati, in grado di influenzare gli scambi termici soggetto <> ambiente”

In sintesi:

• è noto che Comfort climatico non dipenda solo dalla temperatura ma in modo equivalente anche dalla percentuale di umidità in aria.. vi risulta?

• allo stesso modo è noto che le normali regolazioni oggi pubblicizzate sul mercato stabilizzano solo la temperatura.. anche questo vi risulta?

• In effetti se ci pensate bene ogni volta che questi regolatori vi costringono a modificare il valore di temperatura nel vostro locale state solo effettuando una banale manovra manuale e correttiva dovuta al fatto che vostro Comfort non è stato correttamente mantenuto ??

Perché accade questo?

Semplice i regolatori come i termostati, termoregolatori (anche Smart) e similari alla base cercano di mantenere solo la temperatura impostata!

Ovvero non sono reali regolazioni del Comfort (anche se spesso vengono spacciate per tali!)

Il clima si modifica continuamente ma questo fattore non viene preso affatto in considerazione infatti l’unica variabile utilizzata nel controllo del clima è solo la temperatura (primo errore) dopo un certo tempo se la temperatura impostata casualmente (secondo errore) non è più sufficiente al mantenimento del Comfort questo disagio viene percepito dal nostro corpo e saremo cosi costretti a porvi rimedio manualmente agendo sull’impostazione della temperatura oggi questi due errori di regolazione sono comunemente presenti su tutti gli impianti!

Il terzo errore che si commette è legato al risparmio energetico, infatti sulla regolazione descritta sopra la modifica della temperatura avviene solo dopo molto tempo ovvero quando l’ambiente si surriscalda o si raffredda fuori dai limiti necessari al mantenimento del Comfort, questo errore di regolazione crea sensazioni di eccessivo caldo o di eccessivo freddo di conseguenza questi due stati creano un eccessivo e inutile spreco di energia e allo stesso tempo possono creare problemi di salute.

Riassumendo:

La termoregolazione a temperatura fissa (ad oggi utilizzata) in pratica è una regolazione basata su un principio errato sia nel mantenimento del Comfort sia rispetto al corretto risparmio energetico.

Per risolvere questo errore grossolano oggi è stata sviluppata una nuova teoria di regolazione che prende in considerazione oltre la temperatura, anche l’umidità e la pressione…

La Biotermoregolazione, i principi di questa nuova tipologia di regolazione sono già stati esposti in altri articoli sempre su queste pagine.

dove si applica la Bio-regolazione e perché?

Nella Domotica per garantire il giusto Comfort Termo-Igrometrico in ogni stagione e in ogni Bio-scenario.

Nella Bioarchiettura per garantire la corretta integrazione tra la parte Bioedile e il clima indoor.

Nel Building Automation, uffici, banche ecc.. per mantenere il giusto Comfort Termo-Igrometrico in ogni locale del complesso.

Ambienti di lavoro in genere, perché le statistiche affermano che il giusto comfort può aumentare fino al 7% la produttività del personale

Nelle sale riunioni, sale congressi, cinema e luoghi affollati in genere, in quanto la Bioregolazione permette di modulare l’apporto termico in base al numero di persone presenti e col giusto comfort permette una migliore attenzione e in mancanza di stress termico permette di fare valutazioni in modo ottimale !

La modulazione termica è ideale anche nei negozi, supermercati e Ipermercati cosi da regolare il clima ideale in base alle effettive necessità, inoltre un giusto comfort permette al cliente di scegliere la merce in modo più rilassato.

Nelle Scuole, uffici pubblici e in ogni altro locale dove il numero di persone che lo frequentano varia continuamente, oltre al comfort in questo caso anche i vantaggio del risparmio energetico della Bioregolazione non sono affatto trascurabili.

Ideale nei locali con persone anziane, locali ad uso medico, RSA, Ospedali ecc.. dato che non richiede continue modifiche come avviene sui normali regolatori si favorisce il Comfort delle persone più anziane (Funzione testata concretamente)

Sintetizzando diremo che la Biotermoregolazione è una regolazione utile in ogni contesto ove la stabilizzazione del clima Indoor porta soddisfazione mentale e vantaggi significativi alla salute degli occupanti